Tutti conoscono la qualità dei lavelli e degli elettrodometici Franke, c’è però un altro aspetto molto importante in cui l’azienda si è particolarmente impegnata in questi ultimi anni ottenendo risultati che la pongono all’avanguardia in questo campo: l’ecosostenibiità e la riduzione dei consumi energetici.

Ad esempio già nella sua produzione di lavelli possiamo vedere caratteristiche interessanti sotto questo aspetto. L’acciaio con cui sono realizzati i suoi celeberrimi lavelli inox è riciclabile al 100%, e se l’acciaio vanta universalmente la nomea di materiale igienicamente impeccabile, anche nei lavelli in Fragranite, materiale esclusivo franke che vanta molte imitazioni, l’idoneità al contatto con ogni genere di cibo è garantita.

Nei suoi miscelatori Franke impiega diversi accorgimenti atti a limitare il più possibile il consumo di acqua, dai particolari gruppi cartuccia allo speciale comando calibrato in doppia fase che determina dosaggi intuitivamente più corretti da parte dell’utente.

Sono però soprattutto i forni ad aver beneficiato di tecnologie più che mai efficaci nella riduzione dei consumi energetici, tanto che sono gli unici a poter vantare la classe di consumo A++. Grazie infatti alla tecnologia Dinamic Cooking Technology (DCT) che permette al forno di cuocere con ridotti tempi di cottura, di indirizzare il calore là dove serve, grazie ad un sistema di sottili resistenze.

Anche i piani cottura godono di tecnologie costruttive che consentono di avere un rendimento ottimale senza dispersione di calore, indirizzandolo là dove serve. Il risultato è un ridotto consumo unito ad una incredibile efficienza che ad esempio porta a bollire l’acqua in tempi estremamente più ridotti di quelli tradizionali.

Nelle cappe, Franke utilizza l’illuminazione a LED ed ottimizza il funzionamento globale del gruppo motore incrementando inoltre l’interazione con gli altri elettrodomestici, segnatamente il piano cottura, per sincronizzare il funzionamento secondo le esigenze.

I frigoriferi sono apparecchi più che mai interessati alla questione del consumo energetico, visto che sono in funzione 24 ore su 24. Quelli proposti da Franke, oltre ad essere costruiti con materiali altamente riciclabili e privi di sostanze come il CFC o l’HFC nel circuito refrigerante e nell’isolamento, vantano un consumo annuo tra i 312 KW/anno e i 424 KW/anno, arrivando con alcuni modelli ad avere la classe di efficienza energetica A+++.

Le lavastoviglie vantano invece un programma automatico che tramite sensori rileva il grado di sporco delle stoviglie ottimizzando il ciclo di lavaggio e riducendo quindi il consumo di acqua e di elettricità.