Sotto la direzione creativa dell’Architetto Marco Piva, a cui l’azienda ha demandato la direzione artistica e di immagine, OKITE® sta trovando applicazioni sempre più variegate, fino a diventare uno strumento di creatività dal punto di vista del design e dell’architettura di interni. Il tutto dopo aver conquistato i mercati mondiali con i suoi celebri piani per cucina e bagno.

L’installazione artistica “Il Tempio di Archimede”, che ha mostrato in modo efficace le diverse potenzialità del materiale, in occasione della Design Week di quest’anno a Milano, è stata la più eloquente testimonianza di ciò.

In evidenza per l’occasione le tre varianti di colore della nuova serie Translucent, retroilluminabile con dispositivi a LED, una tendenza che già si è fatta notare in alcuni prodotti d’arredo appartenenti alla fascia più raffinata del mercato.

Utilizzare OKITE® per ogni genere d’installazione vuol dire quindi unire i vantaggi estetici e la grande scelta di colori alle ormai celeberrime doti di resistenza; basti ricordare che nonostante la superficie liscia OKITE è 5 volte più resistente del granito nei confronti di qualunque sollecitazione meccanica e chimica.

A maggior ragione, scegliere i piani Okite per il top della nostra nuova cucina vuol dire contare su una gamma di finiture e colori praticamente infinita unite alla durata praticamente illimitata, col vantaggio di un utilizzo quotidiano senza preoccupazioni e senza relative attenzioni particolari.